Hanno iniziato i ragazzi di Sant’Antonio

‘Mi fido di te’ ? Noi educatori ce lo siamo domandati prima di incominciare questo percorso, sia nei confronti di Padre Giuseppe, che segue il gruppo di prima seconda e terza superiore, e che ci ha proposto di aderire al progetto, sia nei confronti di Emanuele e Martina, referenti del percorso.

La risposta è stata si. Ed è stato in quel si che ci siamo fidati e affidati alla loro esperienza.

Un sì che ha permesso (e sta tutt’ora permettendo) ai nostri ragazzi di sperimentare la diversità umana, conoscere i propri limiti  e valorizzare le proprie qualità.

Con gli incontri di formazione, ci sono stati dati gli strumenti base per poter andare incontro all’altro senza pregiudizi, accettandolo per come è, senza volerlo cambiare.

Con questi incontri, i ragazzi che già facevano un servizio in parrocchia come catechisti, hanno avuto modo di rafforzare le loro idee e chi invece non aveva mai affrontato questo tema, ha aderito con entusiasmo alle nuove proposte di volontariato che gli sono state fatte.

Grazie a questo percorso ci siamo avvicinati all’altro, cercando di capire le sue esigenze, mettendoci nei suoi panni, con la consapevolezza di non essere lì per ‘aiutare’, ma per ‘vivere insieme’.

Questa è la grande ricchezza che i ragazzi che stanno facendo servizio sentono di aver trovato.

Anna (Parocchia di S.Antonio di Padova Reggio Emilia)